Skip to content

Appunti sul futuro

Scritto da Patrizia Soffiati 30 novembre, 2013

Beautiful day - appunti sul futuro

Da quando sono ragazzina ho sempre avuto un debole per la letteratura fantascientifica, non so come ci sia arrivata, ma uno dei miei primi ricordi è un libro sgualcito e anonimo della famosa collana Urania.

All’Università, avendo avuto come professore Carlo Pagetti, docente di Letteratura inglese contemporanea ho avuto la fortuna di leggere alcuni autori classici della letteratura fantascientifica e poi, parallelamente, approfondire anche le tematiche della letteratura fantastica degli scrittori latino-americani nei corsi di letteratura iberoamericana.
Questa fascinazione si allarga anche al cinema ma è una passione che coltivo in solitudine. Per molti è si tratta di un tema minore e di scarso interesse.

Eppure la fantascienza è un bell’esercizio di immaginazione che chiunque faccia un lavoro creativo, come il mio, o imprenditoriale, dovrebbe coltivare.

La fantascienza prefigura scenari, prodotti, stili di vita, di pensiero immaginando possibili evoluzioni del presente. Intravede i semi dell’innovazione e li sviluppa. La fantascienza si occupa di futuro e può diventare uno strumento per esercitare la nostra creatività e alimentare la nostra fantasia.

Il tema del futuro non è riservato ai sognatori, ma a tutti noi, e permettetemelo, ancora di più a noi che lavoriamo nel web, ai designer, ai blogger, ai web content writer, ai giornalisti, a noi storyteller.

Se non si ha senso del futuro il presente viene schiacchiato verso il basso, ci si dimena come criceti costretti a correre intorno ad una ruota, preoccupati della nostra salvaguardia, del nostro benessere imminente. Concentrati sulle nostre paure e preoccupazioni.
Dobbiamo invece mettere al lavoro la nostra immaginazione per superare le nostre idee radicate e per non accettare il futuro che gli altri, i pensieri forti, prevedono per noi.

Questo tema è al centro di una giornata, un #BeautifulDay organizzato da Ekis al Teatro Dal Verme di Milano, domenica 1 dicembre dalle 10.00 alle 19.00.

A parlare di futuro,  del nostro diritto di esercitare l’immaginazione  e avere una nostra personale visione sul mondo che verrà e sul nostro lavoro, il nostro quotidiano, ci saranno alcuni ospiti che ci aiuteranno a riflettere, a sorridere e a scegliere attraverso le loro testimonianze.

Richard Romagnoli: ambasciatore nel mondo dello Yoga della Risata
Igor Sibaldi: saggista e conferenziere di psicologia del profondo
Franco Bolelli: filosofo POP (ospite delle Invasioni Barbariche)
Riccardo Geminiani: giornalista e autore di favole
Roberto Pesce: leader italiano dell’Intelligenza finanziaria
Andrea Grassi: trainer ed esperto di Vendita 3.0
Alessandro Mora: il punto di riferimento della PNL in Italia
Stefano Monticelli: autore televisivo, radiofonico e imprenditore

Vi invito a seguire la diretta social con l’hashtag #BeautifulDay e lo storify dell’evento a questo indirizzo http://bit.ly/1bl1BrT

Concludo con questo pensiero di Cyril Vart:

Scifi is storytelling, so is innovation and entrepreneurship.
(…)

My point is that our job is to tell stories of how future people will use something.

L'Autore


Patrizia Soffiati

SEO E COPY SPECIALIST, WEB MARKETING Reminescenze ispaniche e avveniristici approcci Yoga. "Il bello è vedere le cose in maniera diversa” Segui @Pitizeta su Twitter

Articoli collegati

There are no related posts on this entry.

Commenti

Non ci sono commenti per questo articolo

Riferimenti

Non ci sono riferimenti per questa voce.

Commenta il nostro articolo

Required

Required

Optional

Twitter

  • No public Twitter messages.