Skip to content

Inchiostro giallo alla Festa del Libro di Orbassano

Scritto da Patrizia Soffiati 18 aprile, 2012

Festa del Libro di Orbassano - Inchiostro Giallo

19 – 22 aprile Festa del Libro di Orbassano

Già alla sua XIV edizione, la Festa del Libro di Orbassano quest’anno è dedicata al genere giallo e al crimine e ospiterà alcuni personaggi molto noti a livello nazionale:

  • domenica 22 Fabio Geda  presenterà “L’estate alla fine del secolo

Noi saremo presenti come Laboratorio Magellano all’interno della Fiera e vi racconteremo i momenti più interessanti, gli aneddoti e, naturalmente,  gli autori.  Il programma dettagliato della Fiera lo trovate su www.comune.orbassano.to.it

Colgo l’occasione per ricordarvi che il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d’autore,  un evento patrocinato dall’UNESCO per promuovere la lettura, la pubblicazione dei libri e la protezione della proprietà intellettuale attraverso il copyright.
A partire dal 1996, viene organizzata ogni anno il 23 aprile con numerose manifestazioni in tutto il mondo

Torino e il noir

Mi è particolarmente cara quest’edizione della Festa del Libro perché confluiscono in un’unico tema due delle mie passioni principali, Torino e la letteratura noir.

Sono torinesi di nascita o d’adozione la maggior parte degli autori presenti e Torino è  protagonista in un paio di libri come ambientazione e come oggetto della narrazione. Credo che Torino abbia una vocazione naturale per questo genere letterario, soprattutto per il suo carattere sotterraneo, sfumato seppur vitale. Anche la sua architettura e i suoi colori partecipano alla costruzione di un’identità ombrosa, misteriosa e talvolta magica, come nel libro di Bassignana.

Torino è anche quel genere di città che, ingiustamente e superficialmente, si tende frettolosamente a catalogare come fredda e falsa invece, conoscendola, ti seduce e ti affeziona. Non a caso il giornalista Fabrizio Vespa ha pubblicato un libro dal titolo Mal di Torino, una malattia dell’anima, la definisce l’autore,  e che impedisce a chiunque di lasciare in maniera definitiva questa città.

Mi sovvien…

Tra gli eventi in programma non mi voglio perdere l’incontro con il prof. Meluzzi con il quale ho sostenuto un seminario e un esame di antropologia culturale all’Università di Torino.
Ho un ricordo molto positivo di lui: era un professore informale, intellettualmente molto vivace e per me, che venivo da studi umanistici, assolutamente stimolante.
Studiai su un testo abbastanza rivoluzionario nel suo genere di Larry Dossey “Spazio, tempo e medicina“: Larry Dossey è un medico e un ricercatore che ha il merito di aver saputo avvicinare scienza e spiritualità, portando all’attenzione della scienza fenomeni  documentati, spesso ignorati o sottovalutati, che invece contribuiscono alla guarigione delle persone.

Se siete curiosi seguiteci giorno per giorno, dal 19 al 22 aprile sul nostro blog e  l’hashtag #festadelibro su Twitter.

 

L'Autore


Patrizia Soffiati

SEO E COPY SPECIALIST, WEB MARKETING Reminescenze ispaniche e avveniristici approcci Yoga. "Il bello è vedere le cose in maniera diversa” Segui @Pitizeta su Twitter

Articoli collegati

Commenti

Non ci sono commenti per questo articolo

Riferimenti

  1. Roberta Bruzzone "Chi è l'assassino? Diario di una criminologa" | Tre W Blog

Commenta il nostro articolo

Required

Required

Optional

Twitter

  • No public Twitter messages.