Skip to content

Strategie di marketing: Facebook si o Facebook no?

Scritto da Katia D'Orta 10 ottobre, 2011

Facebook si o no

Molto spesso capita che i nostri clienti ci chiedano quale sia il modo migliore per promuovere i loro prodotti  sul web. Ovviamente una buona campagna di web marketing non contempla un metodo unico valido universalmente ma va ad integrare diverse strategie che si possono mettere atto, alcune molto scontate altre meno conosciute. Realizzare il sito internet aziendale è solo un passo per farsi conoscere dal potenziale cliente ma sappiamo tutti  che se “la vetrina” dei nostri prodotti/servizi non viene pubblicizzata sulla rete diventa uno strumento completamente inutile.

Uno degli strumenti di promozione che mi sento di consigliare a tutti coloro che vogliono cogliere l’opportunità di rafforzare la propria presenza sul web è il social network più conosciuto del momento: Facebook.

Attualmente Facebook  si avvia verso il miliardo di iscritti in tutto il mondo e  in Italia, su 30 milioni di persone che navigano sulla rete, 18 milioni possiedono un account Facebook. E allora come resistere alla tentazione di raggiungere 18 milioni di potenziali clienti?

Il primo step da compiere è molto semplice e, cosa non trascurabile,  gratuito: bisogna aprire una pagina aziendale personalizzandola con il proprio logo e attirare il maggior numero di fan.

La pagina aziendale dovrà essere sempre curata e aggiornata, presentare dei contenuti semplici ma interessanti. Una comunicazione efficace faciliterà l’interazione con gli altri utenti.

La pagina aziendale offre molte possibilità: potrà ospitare sondaggi, promozioni,video e foto dei vostri prodotti e servirà a colloquiare in maniera informale con il vostro potenziale cliente.

Cose da non fare

Molto spesso si compie l’errore di ricorrere alla propria pagina personale per promuovere i propri prodotti. Non fatelo! Non vorrete mica che i vostri clienti vedano le foto della vostra infanzia?

Il difetto maggiore che si contesta a Facebook è la mancanza di privacy. Questo punto di debolezza della piattaforma si trasforma in un punto di forza per il social media marketing. Tramite le pagine di Facebook  si colgono gli umori e le preferenze degli utenti e ciò potrebbe essere utile per proporre i prodotti “giusti”.

Un altro errore da non fare assolutamente è di proporre la propria azienda in maniera invadente ed aggressiva. Le persone che utilizzano un social network di solito lo fanno per mantenersi in contatto con altre persone e non con delle aziende. Il loro ultimo pensiero è di farsi vendere qualcosa e un meccanismo aggressivo di promozione del marchio potrebbe generare un effetto contrario.

E allora cosa aspettate a promuovere la vostra azienda?

L'Autore


Katia D'Orta

WEB MASTER per professione e formatrice per passione. Mi batto attivamente contro il Digital Divide e il Cyberbullismo con corsi di formazione nelle scuole e per i cittadini, credo nella condivisione della conoscenza attraverso la Rete. Nel mondo il multitasking è donna. Il mio motto? “L’importante è che funzioni” Segui @katiatrew

Articoli collegati

Commenti

Non ci sono commenti per questo articolo

Riferimenti

  1. Restyling di un sito: case study | Tre W Blog
  2. Strategie di marketing e Facebook | Facebook Daily | Scoop.it
  3. Come scegliere chi seguire sui social network | Tre W Blog

Commenta il nostro articolo

Required

Required

Optional

Twitter

  • No public Twitter messages.