Skip to content

I ragazzi e Internet, relazione pericolosa?

Scritto da Katia D'Orta 20 marzo, 2013

Ragazzi e internet: relazione pericolosa?

Usare Internet in sicurezza: un corso per i giovani utenti e i loro genitori

Si è concluso il primo ciclo di incontri formativi svoltosi nella scuola media “Leonardo da Vinci”  di Orbassano (To) dal titolo  “Il lato oscuro del web“, un corso sulla sicurezza internet rivolto sia ai ragazzi delle terze medie che ai loro genitori.

La nuova tecnologia: un aiuto o una trappola?

Come premessa bisogna dire che gli adolescenti adorano Internet. Il mondo del web consente loro di ritagliarsi degli spazi che nella vita reale difficilmente riuscirebbero ad avere.

La possibilità di interazione-relazione con altre persone, l’opportunità di esprimersi  attraverso la pubblicazione di contenuti (foto, video, testi) uniti alla diffusione della nuova tecnologia  fa sì che i ragazzi siano sempre connessi.

D’altra parte se i ragazzi hanno una familiarità con i mezzi tecnologici, lo stesso non si può dire dei loro genitori che spesso fanno fatica a capire i meccanismi di Internet.

I pericoli: virus o altro?

Il corso svolto nella scuola media non si è quindi  limitato ad esporre i rischi nell’uso di Internet e dei social network ma è stato finalizzato alla promozione della responsabilità, al rispetto delle regole di convivenza e alla gestione consapevole dalla partecipazione ed espressione della propria creatività

I principali argomenti trattati durante gli incontri sono stati i seguenti:

  • La privacy: fornire gli strumenti tecnici e i procedimenti per gestire la pubblicazione dei propri dati personali, di informazioni o dati che riguardano sé stessi o altre persone.
  • La netiquette : l’insieme di regole da seguire quando si comunica online. Imparare i principi che regolano le interazioni che avvengono sul web al fine di tenere una  buona condotta in rete;
  • Cyberbullismo: il bullismo messo in atto attraverso i mezzi tecnologici, che cos’è e come difendersi;
  • Virus e antivirus: cosa sono i virus informatici, come ci si contagia  e cosa  fare per evitare i danni;
  • Phishing: un nuovo tipo di truffa online.

Durante gli incontri sono stati forniti suggerimenti, consigli ed esempi pratici per incentivare le buone pratiche nell’uso di Internet ed è stato dato spazio a momenti di riflessione sul ruolo che i nuovi media svolgono nella vita dei ragazzi, sia a livello affettivo che relazionale con il fine di favorire una gestione lucida e un comportamento responsabile nell’uso di Internet e delle nuove tecnologie da parte degli adolescenti.

Per concludere vorrei ringraziare la professoressa Anna Sburlati per la sua collaborazione nell’organizzazione degli incontri e la Città di Orbassano per averci dato l’opportunità di presentare il progetto.

A breve vi presenteremo le testimonianze dei ragazzi e delle famiglie che hanno partecipato agli incontri con i loro dubbi e i loro comportamenti.  Inoltre sarà possibile scaricare le slide del corso.

 

L'Autore


Katia D'Orta

WEB MASTER per professione e formatrice per passione. Mi batto attivamente contro il Digital Divide e il Cyberbullismo con corsi di formazione nelle scuole e per i cittadini, credo nella condivisione della conoscenza attraverso la Rete. Nel mondo il multitasking è donna. Il mio motto? “L’importante è che funzioni” Segui @katiatrew

Articoli collegati

Commenti

  1. margy dicembre 12, 2014

    Purtroppo questo fenomeno è molto diffuso tra i giovani ma i genitori non conoscendone l’ utilizzo spesso sono ingnari dei rischi che corrono i loro figli navigando su internet senza nessun mezzo per tutelare i giovani utenti per questo bisogna crere dei mezzi e delle leggi per prevenire
    http://www.liquida.it/tiziano-motti/?coolbox=0_99_0_31768451
    giusto l’ altra sera ho visto un film che raccontava proprio la storia un un’ adolescente che è stata contattata tramite chat da un personaggio che si spacciva per un coetaneo purtoppo la storia non è finita bene e maledettamente purtroppo era una storia vera….

Riferimenti

  1. Come evitare i contenuti indesiderati: mini guida per i genitori | Tre W Blog

Commenta il nostro articolo

Required

Required

Optional

Twitter

  • No public Twitter messages.